Emergenza Covid19
Emergenza Covid19
Emergenza Covid19
Emergenza Covid19

Abbiamo attivato una serie di misure straordinarie destinate al mondo sportivo, che in questo drammatico momento sta affrontando enormi difficoltà.

Questo impegno rappresenta tanto più adesso il cuore della nostra missione pubblica di banca sociale per lo sviluppo sostenibile dello Sport e della Cultura a servizio del Paese.

Abbiamo creato un gruppo di lavoro dedicato per supportare concretamente i nostri Clienti e fornire assistenza sia per la gestione delle operazioni in essere sia per ricevere informazioni su nuove soluzioni finanziarie agevolate.

Puoi contattarli al numero verde 800.298.278

o alla mail infoemergenzacovid19@creditosportivo.it

Per far fronte alle esigenze straordinarie dovute al  COVID 19 abbiamo previsto un finanziamento per liquidità per tutte le società sportive iscritte al registro delle imprese presso la Camera di Commercio e già Clienti alla data 31/12/2019 con finanziamenti in ammortamento che abbiano la disponibilità dell’impianto o dell’immobile coerente con la durate del finanziamento richiesto.

L’importo finanziabile va da un minimo di 25.000 euro fino a un massimo di 800.000 euro e comunque in misura non superiore al 25% dell’ammontare dei ricavi risultanti dal bilancio 2019. La durata del finanziamento è di 6 anni di cui 12 mesi di preammortamento.

 

DOCUMENTAZIONE

Con l’emanazione del D.L. 8 aprile 2020 n. 23 del Governo, che stabilisce la concessione di finanziamenti destinati a far fronte alle esigenze di liquidità correlate all’emergenza COVID-19 e del Decreto del Ministro per le Politiche Giovanili e lo Sport, Vincenzo Spadafora, con il quale vengono definiti i Criteri per l’accesso al Comparto Liquidità del Fondo di Garanzia gestito da ICS, abbiamo previsto la misura straordinaria: Mutuo Light Liquidità.


INIZIATIVA CONCLUSA

IMPORTANTE: come previsto dal Decreto del Ministro dello Politiche Giovanili e dello Sport, il 30 giugno 2020 alle h 24:00 sono scaduti i termini per la presentazione di nuove domande dei Mutui di Liquidità.

 

MUTUO LIGHT LIQUIDITA’ ASD SSD

Beneficiari: Associazioni Sportive Dilettantistiche e Società Sportive Dilettantistiche iscritte al registro CONI o alla Sezione parallela CIP, regolarmente affiliate da almeno 1 anno, alle Federazioni Sportive Nazionali, alle Discipline Sportive Associate, agli Enti di Promozione Sportiva, alle Federazioni Sportive Paralimpiche e alle Sezioni Paralimpiche delle Federazioni Sportive Nazionali. 

Caratteristiche:

IMPORTO: da 3.000 Euro a 25.000 Euro, nella misura massima consentita del 25% del fatturato dell’ultimo bilancio o delle entrate dell’ultimo rendiconto (in entrambe i casi, almeno 2018), regolarmente approvati dalla società o dalla associazione;

DURATA: 6 anni, dei quali 2 di preammortamento e 4 di ammortamento;

PAGAMENTO PRIMA RATA: dopo i 2 anni di preammortamento;

TASSO D’INTERESSE: totale abbattimento degli interessi per l’intera durata del finanziamento, da parte del Fondo Contributi Interessi – Comparto Liquidità;

GARANZIA: 100 % del finanziamento da parte del Fondo di Garanzia – Comparto Liquidità.

MUTUO LIGHT LIQUIDITA’ FSN DSA EPS FSP

Beneficiari: Federazioni Sportive Nazionali, Discipline Sportive Associate, Enti di promozione Sportiva e Federazioni Sportive Paralimpiche per far fronte alle esigenze straordinarie determinate dall’emergenza epidemiologica da COVID-19.

La misura è riservata agli organismi nazionali e non alle articolazioni territoriali.

Caratteristiche:

IMPORTO: da 10mila euro fino a 300 mila euro e comunque in misura non superiore al 25% dell’ammontare dei ricavi risultanti dall’ultimo bilancio o rendiconto regolarmente approvato;

DURATA: 6 anni;

PAGAMENTO: rate trimestrali costanti. Pagamento prima rata dopo 2 anni.

Nessuna spesa di istruttoria;

TASSO D’INTERESSE: totale abbattimento degli interessi per l’intera durata del finanziamento, da parte del Fondo Contributi Interessi (ex art. 5 Legge 24/12/1957, n. 1295) – Comparto Liquidità;

GARANZIA: 100 % del finanziamento da parte del Fondo di Garanzia per l’Impiantistica Sportiva ex lege 289/2002- Comparto Liquidità.


Sospensione rate per soggetti di natura privatistica

Al fine di sostenere le attività imprenditoriali danneggiate dall’epidemia di Covid-19, in linea con il D.l.18/2020, abbiamo previsto, su esplicita richiesta dei mutuatari, la sospensione del pagamento delle rate in scadenza da marzo a settembre 2020. La sospensione non comporta costi aggiuntivi per il Cliente e riguarda l’intera rata, comprensiva di capitali e interessi, ovvero la sola quota capitale, con il pagamento degli interessi alla scadenza prevista. Beneficia della misura tutta la clientela le cui esposizioni debitorie non siano classificate come esposizioni creditizie deteriorate. Il piano di ammortamento e gli elementi accessori al contratto (le garanzie) vengono prorogati per un periodo pari a quello della sospensione.

L’art. 65 del decreto agosto estende la moratoria su prestiti e mutui per le PMI: micro-imprese, piccole imprese e medie imprese, che hanno beneficiato della sospensione dei pagamenti nelle due forme tecniche previste, possono quindi automaticamente ottenere, senza alcuna formalità, la proroga delle misure di sostegno finanziario sino al 31 gennaio 2021.

Coloro che hanno invece beneficiato della sospensione delle rate fino al 30 Settembre 2020 e che intendono proseguire nel regolare rimborso dei mutui, devono espressamente rinunciare alla sospensione, inviando una comunicazione via mail a gestionecrediti@creditosportivo.it entro il 30 settembre 2020.

Le imprese in possesso dei requisiti di accesso alla moratoria, che invece non ne hanno ancora usufruito, possono chiedere, con le medesime condizioni e modalità, la sospensione delle rate in corso di maturazione e scadenza fino al 31 gennaio 2021.

Le domande dovranno pervenire, utilizzando il fac-simile allegato, entro il 25 settembre 2020 via mail a: sospensionecovid@creditosportivo.it.

 

Le rate di rimborso dei mutui soggette all’applicazione delle eventuali misure sono quelle previste nei piani di ammortamento vigenti e quindi le periodicità debbono essere ricomprese nell’arco temporale che va dal 31 marzo 2020 (compreso) al 31 gennaio 2021 (compreso).

In ogni caso la sospensione della sola quota capitale prevede il pagamento della quota interessi e su detto pagamento non operano i contributi concessi dall’ICS; se i finanziamenti sono più d’uno, il Cliente dovrà inoltrare una domanda per ciascuno dei mutui in essere.

Sospensione rate per soggetti pubblici

Inoltre, in base all’accordo ABI, ANCI e UPI è stata prevista la sospensione per un anno della quota capitale delle rate dei finanziamenti in scadenza fino al 31 dicembre 2020, su richiesta di Comuni, Province e altri Enti Locali, come definiti dall’art. 2 del D.lgs. 267/2000. Sono esclusi dal beneficio gli Enti Locali che al momento della presentazione della domanda sono sottoposti a procedure di scioglimento conseguenti a fenomeni di infiltrazione e di condizionamento di tipo mafioso o similare e gli Enti Locali morosi oppure in dissesto privi di ipotesi di bilancio stabilmente riequilibrato di cui all’articolo 261 del TUEL deliberato al momento della presentazione della domanda.