image

TENNISTAVOLO: PICCOLI SPAZI, INVESTIMENTI CONTENUTI E GRANDE DIVERTIMENTO

29/05/2018

TENNISTAVOLO: PICCOLI SPAZI, INVESTIMENTI CONTENUTI E GRANDE DIVERTIMENTO
TENNISTAVOLO: PICCOLI SPAZI, INVESTIMENTI CONTENUTI E GRANDE DIVERTIMENTO
TENNISTAVOLO: PICCOLI SPAZI, INVESTIMENTI CONTENUTI E GRANDE DIVERTIMENTO
TENNISTAVOLO: PICCOLI SPAZI, INVESTIMENTI CONTENUTI E GRANDE DIVERTIMENTO
TENNISTAVOLO: PICCOLI SPAZI, INVESTIMENTI CONTENUTI E GRANDE DIVERTIMENTO
TENNISTAVOLO: PICCOLI SPAZI, INVESTIMENTI CONTENUTI E GRANDE DIVERTIMENTO

 

Il prossimo febbraio saranno 40 anni dall’effettivo riconoscimento da parte del CONI della Federazione Italiana Tennis Tavolo, un traguardo importante per una Federazione che rappresenta uno degli sport più inseriti nel tessuto sociale italiano, il movimento coinvolge infatti migliaia di persone, tra atleti di alto livello (la prima partecipazione olimpica è del 1988) e semplici appassionati.

E’ proprio nell’ottica di investire sempre più nella crescita del tennis tavolo e con la massima attenzione rivolta ai tantissimi praticanti che insieme alla FITeT abbiamo firmato la convenzione “Top of the Sport”. A siglare il documento il nostro Presidente Andrea Abodi e il Presidente Federale Renato Di Napoli.

Con questo accordo tutte le società affiliate e garantite dalla sola referenza dalla Federazione, possono accedere al Mutuo “light” 2.0 per importi dai 10mila ai 60mila euro per la realizzazione, ristrutturazione e riqualificazione di impianti sportivi nonché per l’acquisto di nuove attrezzature. La durata massima del finanziamento è di 7 anni, con una procedura istruttoria semplificata e la sola garanzia nella misura dell’80% da parte del Fondo di Garanzia.
Inoltre la FITeT, grazie al plafond di 30 milioni di euro dedicato a CONI, CIP e Federazioni Sportive Nazionali, potrà ottenere finanziamenti a tasso zero restituibili in 15 anni per la realizzazione di Centri Federali, Centri di preparazione Olimpica e per l’acquisto attrezzature sportive di alto livello.

 

facebook twitter Share on Google+