/news/archivionews/2018/QUANDO_IL_TEMPO_SI_PUo_FERMARE_LA_NOSTRA_FIRMA_CON_I_CRONOMETRISTI.html§QUANDO IL TEMPO SI PUÒ FERMARE: LA NOSTRA FIRMA CON I CRONOMETRISTI§10/05/2018§/media/default/33/23557542297395/ics_6653.jpg§/media/default/33/63303819573884/ics_6666.jpg§/media/default/33/38855452038045/sfondo_gray_2018_site.jpg§/media/default/33/01012592490741/ics_6625.jpg;/media/default/33/50705076841509/ics_6612.jpg;/media/default/33/89190508970044/ics_6623.jpg;/media/default/33/33972660958418/ics_6633.jpg;/media/default/33/82733491041007/ics_6648.jpg;/media/default/33/14165169530318/ics_6649.jpg;/media/default/33/20267598668176/ics_6653.jpg;/media/default/33/19156978855053/ics_6666-2.jpg§

 

I record, quelli che restano nel tempo come e quanto le medaglie, hanno bisogno di attrezzature di livello top per poter scandire secondi, o attimi, che restano indelebili nel tempo e a volte durano una vita. E’ per questo che nella sede del nostro Istituto è stata firmata, con la Federazione italiana cronometristi, la firma della convenzione “Top of the sport”. A siglare l’accordo il presidente di Ics, Andrea Abodi, e il presidente della Ficr, l’Avvocato Gianfranco Ravà. Una firma con una federazione storica, visto che i cronometristi da quasi un secolo seguono lo sport italiano e contribuiscono alla sua crescita. Mai come in questo caso, quindi, il nostro Istituto è consapevole di quanto strumenti e attrezzature di altissimo livello costituiscano un patrimonio culturale e tecnologico da non disperdere, sempre più apprezzato non solo in Italia ma anche a livello internazionale. La Ficr ha un'organizzazione complessa con una rete capillare che coinvolge 21 comitati regionali, 108 associazioni e più di 4.800 cronometristi ed è per consentire a tutti loro di svolgere la loro attività nel miglior modo possibile che il Credito Sportivo è orgoglioso della firma della convenzione “Top of the sport”.

 

§;;;;;;;;;;