image
 

Convenzione Federcalcio e Credito Sportivo

image image


25 mln per Upgrade UEFA e interventi di miglioramento per ospitare i grandi eventi calcistici internazionali

 

25 milioni di euro per interventi destinati al miglioramento della classificazione dello stadio secondo i parametri UEFA, al fine di consentire di ospitare partite ufficiali di competizioni internazionali per club e rappresentative nazionali, nonché di ospitare i Grandi Eventi calcistici internazionali in Italia. Il finanziamento potrà anche essere utilizzato per aumentare il numero di posti dotati di seggiolini a norma UEFA (fino al raggiungimento di una significativa percentuale dei posti presenti nei diversi settori dello stadio) e/o il numero e il livello dei servizi igienici, sulla base di quanto previsto dalla normativa vigente della UEFA in materia di classificazione degli stadi. Gli interventi potranno inoltre essere finalizzati all’incremento della sicurezza degli impianti. Tali mutui godranno del totale abbattimento degli interessi sino all’importo massimo di mutuo di 1.500.000,00 euro ed avranno una durata massima di 10 anni nel caso in cui il mutuatario sia una società affiliata alla FIGC (o un altro soggetto privato proprietario o concessionario dell’impianto, di intesa con le società sportive che utilizzano lo stadio) ed una durata massima di 15 anni nel caso in cui siano contratti dal Comune proprietario. Il contributo in c/interessi spettante sulle durate sopra indicate potrà essere distribuito anche sulla durata di 15 anni per le società sportive e fino a 30 anni per i comuni. Per gli interventi di miglioramento della classificazione dello stadio secondo i parametri UEFA potrà essere utilizzato anche il plafond per efficientamento energetico di cui alla successiva lettera B con i limiti e le agevolazioni previste, si potrà quindi usufruire di finanziamenti a tasso particolarmente agevolato fino a due milioni di euro: di cui € 1.500.000,00 con totale abbattimento degli interessi ed € 500.000,00 con contributo negli interessi dell’1,40% per i comuni proprietari e del 2,00% per gli altri soggetti previsti dalla Convenzione.

image

I finanziamenti vengono concessi previa valutazione di merito creditizio.

Le agevolazioni vengono concesse nei limiti degli aiuti di Stato consentiti dalla vigente disciplina.

facebook twitter Share on Google+